Zoom ottico e stabilizzatore per migliorare la qualità dell’immagine

Aumenta sempre più il desiderio di rivedere le riprese della propria videocamera su grandi display e con un’alta definizione. Il settore video sta andando proprio in questa direzione e c’è aria di grande rinnovamento con l’arrivo sul mercato delle videocamere HD, cioè High Definition. Esistono ancora pochi modelli, ma in futuro la disponibilità sarà sempre più ampia e variegata.

Videocamere

Ecco le offerte per i migliori modelli di videocamere online

Queste videocamere riescono a mettere in evidenza ogni tipo di dettaglio della ripresa, senza perdere la qualità. Parliamo di due caratteristiche che accomunano questa videocamere e cha fanno sì che ogni particolare sia sempre messo a fuoco: lo stabilizzatore d’immagine e la qualità dello zoom ottico.Una ripresa con una videocamera assai piccola e leggera comporta necessariamente un tremolio. Lo stabilizzatore d’immagine riesce a risolvere questo problema. Nei migliori modelli lo troviamo di tipo ottico. È preferibile in quanto riesce a mantenere inalterata la qualità dell’immagine, grazie a dei piccoli giroscopi che inclinano un prisma ottico. Lo stabilizzatore d’immagine di tipo elettronico, che ritroviamo nei modelli più economici, può essere invece controproducente, in quanto il suo utilizzo causa un ritaglio dell’immagine e una perdita di qualità. Per risolvere il problema sarebbe utile dotarsi di un cavalletto, disattivando lo stabilizzatore.Le videocamere moderne hanno sempre due tipi di zoom: ottico ed elettronico. Lo zoom ottico permette immagini sempre ben definite, in quanto l’ingrandimento dell’immagine è ottenuta tramite spostamento dei gruppi ottici dell’obiettivo. Lo zoom elettronico invece va utilizzato quando proprio non se ne può fare a meno, in quanto causa un’interpolazione dei pixel dell’immagine, sgranando e sfocando la ripresa proporzionalmente all’ingrandimento.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento