Troppe ore tra sesso e giochi online: i tecno-abuser

Utilizzare eccessivamente Internet, specie nel cyber sex o nei giochi online, tanto da avere difficoltà a interagire e a relazionarsi al di fuori del proprio mondo virtuale. Una piccola percentuale dei navigatori soffre oggi di un vero e proprio disturbo del comportamento, detto Tech-abuser.I tecno-abuser , secondo una ricerca dell’Associazione italiana psichiatri e psicologi cattolici, sono coloro che si collegano ad Internet per oltre 60 ore settimanali, con una compromissione dei rapporti personali.La maggior parte degli uomini naviga su siti a carattere sessuale, mentre le donne ricerca contatti e chat erotico-sentimentali. Basti pensare che nel mondo, ogni giorno, vengono aperti 10.000.000 siti pornografici. In Italia, gli appassionati del sesso online sono 11.000.Su Internet esiste poi il fascino del gioco d’azzardo virtuale. Basta avere un Pc, un collegamento ADSL e una carta di credito, e i tecno-abuser possono scommettere sullo sport o ai casino e poker online. Puntare ai tavoli verdi virtuali della roulette o giocare con slot machines online, comodamente seduti a casa propria. Si può giocare anche al tradizionale gioco del Lotto, attraverso siti che funzionano da vere e proprie ricevitorie virtuali.Esistono alcuni centri specializzati che hanno inserito queste nuove dipendenze patologiche nei propri programmi di disintossicazione.Vi sembrerà strano, ma oggi ci si può davvero ammalare di Internet.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento