Modelli di asciugatrici a pompa di calore: Test Altroconsumo

La diffusione dell’asciugatrice in Italia si sta diffondendo gradualmente. Il clima umido o il poco spazio per stendere posso rendere difficoltoso asciugare i panni. Altroconsumo ha recentemente effettuato un test su 20 modelli di asciugatrici a pompa di calore, una tipologia oramai divenuta la più diffusa in questo mercato, anche perchè consumano meno energia elettrica rispetto ai vecchi modelli a resistenza elettrica.Quanto ai consumi, come accade spesso, la classe energetica può fare la differenza. Un modello di asciugatrice a pompa di calore con classe A costa più del doppio rispetto a un modello di classe B a resistenza elettrica. Ma il risparmio si sentirà in bolletta: secondo Altroconsumo si alleggerirà di circa 44 euro l’anno (440 euro in 10 anni). Si è notato altresì che i modelli a maggiore risparmio energetico sono risultati anche più performanti. Anche la capacità di carico influisce sul prezzo: un modello da 7 kg di capacità costa circa 500 ero, mentre con 8 kg si arriva a quasi 700 euro.Il test Altroconsumo ha misurato i consumi dei modelli provando l’efficacia dei programmi disponibili: “Cotone pronto armadio”, “Capi sintetici” e “Cotone da stirare”. Per misurare l’efficacia dell’asciugatura si è pesato il bucato prima e dopo, con una bilancia di precisione. Si è valutato quanto i capi risultavano stroppiciati a seconda del modello: quasi tutti i modelli hanno dato esiti negativi.Sono stati valutati anche gli ingombri. L’asciugatrice standard ha le stesse misure di una lavatrice: 60 cm di larghezza, 65 cm di profondità e 85 cm di altezza.

Asciugatrici a pompa di calore

Ecco i migliori modelli in vendita su internet

Asciugatrici a resistenza elettrica

Ecco i migliori modelli in vendita su internet

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento