Lavorare troppo al computer fa invecchiare

Il lavoro eccessivo davanti al computer rappresenta uno stress fisico e la conseguenza è spesso un invecchiamento precoce della pelle. Dopo le lombaggini e il torcicollo, un’altra brutta notizia per chi deve utilizzare il pc per lavoro.L’osservazione è stata condotta su 300 donne tra i 30 e i 40 anni che si erano rivolte presso lo studio di Giulio Basoccu, chirurgo estetico e docente all’università La Sapienza di Roma. Coloro che trascorrono dalle cinque allo otto ore davanti al computer, denotavano un aspetto stanco e colorito giallastro, pelle disidratata e profonde occhiaie con rughe più accentuate intorno e tra gli occhi.Stare seduti tante ore concentrati davanti al monitor provoca stanchezza agli occhi, tendenza ad aggrottare la fronte e, involontariamente, far accentuare tutte quelle rughe che si trovano tra gli occhi e la fronte stessa. La disidratazione della pelle è dovuta al fatto di stare a lungo in un luogo chiuso, con tanto di condizionatore d’estate e riscaldamento d’inverno.Il campione osservato era formato per lo più da impiegate e segretarie che sono solite lavorare chine al computer fino all’ora pranzo. In questi casi il chirurgo estetico inietta delle sostanze capaci di ridare luminosità e freschezza al viso, assieme a una maggiore idratazione e elasticità della pelle. Attraverso microiniezioni di botulino vengono appiattite le rughe tra gli occhi ma anche per quelle sulla fronte. Non devono mancare i massaggi linfodrenanti sul viso.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento