Guida alla Scelta di un Prestito Personale

Dalla Tv all’auto ormai un italiano su quattro fa pagamenti dilazionati. Ecco una Guida che vi aiuta alla scelta e al confronto di un Prestito personale.Confronto su PrestitiOnline.itUna buona regola di accortezza finanziaria è quella di non avere più del 30% del proprio reddito impegnato in rate da restituire periodicamente. Ricordate inoltre di rispettare le scadenze. Altrimenti, oltre agli interessi di mora, si può finire nella lista nera dei cattivi pagatori e vedersi negare altri prestiti.

Prestiti online

Effettua una comparazione delle offerte per i prestiti

I soggetti autorizzati a erogare prestiti sono oggi: mediatori creditizi, banche, finanziarie. Sono tutti iscritti nell’elenco ufficiale dell’Ufficio italiano cambi (www.uic.it).Alcuni suggerimenti sulle migliori offerte online li verificate nella sezione “Classifiche”. Vediamo ora qualche buon consiglio.Il Taeg è una misura che fa la differenza della convenienza tra prestiti. È espressa in percentuale e su base annua, includendo il costo comlessivo del finanziamento. Include, oltre agli interessi, spese di istruttoria, spese di apertura pratica, spesa di incasso delle rate e spese assicurative se richieste. Il Taeg deve essere chiaramente indicato, ma se non fosse chiaro possiamo andare sul sito di Altroconsumo (altroconsumo.it) e calcolarcelo. Il Tan, cioè il tasso annuo nominale, è quello che spesso viene sbandierato per attirare i clienti considerando solo il tasso di interesse annuo. Per sapere se quello richiesto rientra nei limiti di legge basta collegarsi al sito: www.bancaditalia.it. Troveremo il tasso medio di mercato e il tasso di soglia oltre il quale vi è usura per i diversi prestiti.Il prestito può essere personale o finalizzato. Il primo ci fa utilizzare la somma richiesta come vogliamo, il secondo è finalizzato all’acquisto di un bene o servizio (auto, mobili, viaggi ecc.). Le banche concedono prevalentemente il prestito personale anche se le garanzie richieste sono abbastanza rigide e complicate a meno che non si abbia una busta paga. Le finanziarie offrono prestiti molto più velocemente e con meno garanzie. Ma è una facilita’ che a volte si paga con interessi consistenti.Molto più semplice, per ottenere un prestito, è la cessione del quinto dello stipendio, anche per chi in passato ha subito protesti. In questo caso le rate saranno trattenute direttamente in busta paga. L’importo della rata mensile non può superare il 20 per cento, un quinto appunto, dello stipendio. Il contratto include un’assicurazione obbligatoria sulla vita e sulla perdita del posto di lavoro.Solitamente le proposte di rateizzare gli acquisti vengono dagli stessi negozi con differenze sostanziali tra le grandi (più convenienti) e le piccole catene. Prima di decidere, come al solito, confrontate le offerte.Quanto alle promozioni ad interesse zero, come ha avvertito l’Adiconsum, spesso si possono celare prezzi gonfiati ad arte e sono da sfrutare solo se l’importo è alto. Altrimenti è meglio acquistare in contanti.Infine, ricordatevi: la proposta paghi tra un anno presuppone la sicurezza di poter disporre di maggiori introiti in futuro!
Prestiti online

Effettua una comparazione delle offerte per i prestiti

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento