CriptoTelefonare col CriptoTelefonino

Oltre 43mila persone intercettate ogni anno e gli italiani che sono diventati il popolo più sorvegliato del mondo. Magistratura, Internet provider e Compagnie telefoniche memorizzano quantità enormi di dati sui singoli utenti. Intercettare il contenuto delle conversazioni rappresenta una grave violazione della privacy.Un modo per difenderci è di affidarci ad un criptotelefonino. Si rimane meravigliati, nell’epoca del grande scandalo calcistico delle intercettazioni, che persone come Moggi non ne fossero a conoscenza, essendo questa tecnologia disponibile da due anni almeno.Si chiama Cryptech ed e’ il primo cellulare a prova di spie mai realizzato in Italia.  I ricercatori di Casper Technology, l’azienda torinese nata all’interno dell’incubatore del Politecnico di Torino, hanno sviluppato un sistema di criptazione delle telefonate attraverso le linee Gsm.  I cellulari come Cryptech hanno un software in grado di crittografare con una chiave AES a 256 bit le chiamate.Per funzionare però occorre, tuttavia, che entrambi i telefoni abbiano le stesse caratteristiche.Le autorità non possono in alcun modo decifrare le telefonate senza la chiave. Al limite possono ottenere il blocco delle chiamate.Ricordiamo, infine, che esistono altri modi per proteggersi dalle intercettazioni. Si potrebbe applicare un apparecchio che disturba eventuali intercettazioni, oppure si potrebbero applicare dei software che rilevano se una linea è deviata perchè intercettata.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento