Carte prepagate? No grazie

Classifica delle migliori carte

Un utile classifica per aiutare a scegliere la carta di credito

Che agli italiani non piaccia molto informarsi, ma seguano il trend del momento anche quando si tratta dei propri soldi, mi sembra sempre più un dato di fatto. L’ennesima conferma viene da una ricerca condotta dall’osservatorio sulle carte di credito Assofin-Crif-Eurisco. La cosa che maggiormente mi ha colpito è il dato relativo sia alle carte prepagate che a quelle revolving: vanno sempre più di moda.Non si pensi che il termine moda sia inappropriato. È infatti appropriatissimo, giacché parte della loro fortuna è legata alla moda di collezionarle. Tali carte infatti sono caratterizzate da immagini che richiamano particolari eventi sportivi o magari eroi dei fumetti o personaggi famosi.Devo essere sincera, quando spendo i miei soldi non mi sento più felice se vedo Bart Simpson che irriverentemente sorride sulla mia carta, specie se quella carta ha costi eccessivi e vantaggi alquanto dubbi.È del tutto opinabile l’idea che queste carte siano le più sicure per gli acquisti su internet, la mia percezione, informata naturalmente, è stata proprio del contrario. Ugualmente le carte tradizionali sono soggette a furti e frodi. C’è un ma. Mentre il titolare della carta classica non potrà essere derubato oltre i 150 euro (raccomandazione UE 489), in quanto cifre superiori sono a carico dell’istituto che ha emesso la carta (articolo 56 del Codice del Consumo – dl 206 del 2005); per il titolare della carta prepagata non esistono raccomandazioni UE in tal senso: ciò che è perso tale rimane.Possessori delle prepagate state quindi in campana affinché lo shopping in rete non si trasformi in una caduta nella rete, dei truffatori s’intende.Vogliamo poi parlare dei costi di queste carte? Alti e spesso incomprensibili. La carta non viene certo regalata e ha un costo di emissione che in qualche caso si aggira sui 20 euro (non vi sembra un furto?). Per ogni ricarica si paga una commissione il cui costo varia in base al modo in cui la si effettua (es. contanti oppure online).Faccio una considerazione. Quando si utilizza la carta di credito tradizionale, che presuppone l’esistenza di un conto corrente, la banca di fatto anticipa, a suo rischio, i soldi dell’acquisto, con le carte prepagate no!!! Alla considerazione segue una domanda. Ma se con le prepagate la banca non anticipa un euro bucato è non ha rischi perchè le commissioni di ricarica costano, in alcuni casi, anche sino a 5 euro? Meditate.Vi siete stufati della prepagata e volete il rimborso del residuo? Niente paura lo potete avere in qualunque momento, naturalmente pagando.La prepagata ha però un vantaggio indiscusso per quei genitori che mandano il proprio figlio all’estero: non dategli (ahivoi) la vostra carta di credito ma caso mai una prepagata. Così saprete in anticipo quanto vi costerà il souvenir del viaggio di vostro figlio. E fingete pure che vi piaccia.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento