Gli italiani preferiscono i conti deposito di tipo non vincolato

Il conto di deposito costituisce l’ideale forma di remunerazione della liquidità senza correre rischi. Vengono offerte da istituti di primaria importanza e garantiscono sicurezza: il risparmiatore viene protetto fino a 100mila euro grazie al Fondo di Tutela Interbancaria. I rendimenti sono interessanti.

Classifica di conti di deposito

Ricerca i migliori conti di deposito

Mai risparmiatori preferiscono i conti deposito vincolati o quelli liberi? Secondo il recente Osservatorio sui Conti Correnti e sui Conti di Deposito (a cura di ConfrontaConti.it) i primi quattro mesi del 2017 hanno registrato una crescita delle richieste di conti deposito di tipo non vincolato (55,8% contro 27,1% del semestre precedente). In calo le richieste per i conti depositi di tipo vincolato (44,2% contro 72,9% del II semestre 2016).

Agli italiani non piace insomma non riuscire a svincolare il denaro in ogni momento, anche se ciò va a discapito di rendimenti più elevati rispetto ai conti deposito liberi. Se vi fosse la necessità e la liquidità fosse bloccata potrebbero subire delle penali e relativi interessi. L’esigenza primaria, perciò, è quella di gestione della liquidità sempre pronta all’utilizzo.

Quanto ai dettagli dell’ultima indagine, l’importo depositato sui conti di deposito è stato oltre 50mila euro per il 27,7% degli utenti e tra i 20mila e 50mila per il 26,8%. La durata dell’investimento maggioritaria è stata compresa tra 7 mesi e 1 anno (il53,5% delle richieste).

Naturalmente si fa tutto su internet: ben il 50,5% dei richiedenti ha scelto questo canale, mentre in filiale ci è andato appena il 9,5% dei richiedenti.

4.6 Punteggio globale

User Rating: 4.6 (1 votes)
Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento