Carta di credito prepagata: conveniente per gli acquisti?

Carta Tascabile CheBanca

Leggi le condizioni contrattuali sul sito CheBanca

La carte prepagate passano per essere la panacea di tutti i mali. Con essa molti sono convinti di aver trovato il modo per acquistare senza patemi d’animo su Internet: male che vada ci si rimette l’importo caricato sulla carta.La verità è un’altra. Chi ha già una carta di credito tradizionale, non dovrebbe mai fare lo sbaglio di acquistare una prepagata contro l’uso fraudolento da parte di terzi.E’ la carta di credito lo strumento più sicuro per fare acquisti online. L’importante è avere l’accortezza di controllare spesso l’estratto conto e di contestare in tempo gli eventuali addebiti illeciti.L’ente che emette la carta di credito è infatti responsabile e obbligato a riaccreditare la somma al possessore della carta (così stabilisce la legge sul commercio elettronico, D.Lgs 185/1999).Inoltre esistono sul mercato alcune tipologie di carte di credito a zero canone e pochissimi costi.

Nella nostra classifica sulle carte di credito, vi ho selezionato le più interessanti.

Le carte prepagate peccano invece innanzitutto per la scarsa sicurezza. Si hanno scarsissime garanzie in caso di furto e smarrimento. Tutti gli utilizzi fraudolenti prima del blocco della carta, sono a completo carico del titolare, senza alcun limite.Altro punto dolente sono i costi, spesso elevati. Questi li considero del tutto ingiustificati, considerando che la banca non corre alcun rischio di credito come avviene per le carte di credito Troviamo commissioni: all’apertura (dai 5 euro di carta postepay fino ai 20 euro di Cartasì Eura), per ogni ricarica (da 1 a 1,5 euro) e, quasi sempre, per ogni prelievo (variabile). Qualche volta ci sono commissioni per il rifornimento del carburante (da 0,40 a 1 euro) e commissioni aggiuntive sul cambio quando si preleva o paga (tra lo 0,5% e il 2%). Si può anche pagare l’estratto conto, che comunque non è mai previsto in quanto basta andare ad uno sportello Atm e controllare il saldo o i movimenti.

Ricapitoliamo. Non sconsigliamo per principio la carta prepagata ma le ritengo comunque utili per chi non possiede nè un conto, nè una carta e per i giovani che fanno viaggi all’estero (può essere ricaricata anche a distanza). Alcune costano anche poco (segnaliamo la carta Postepay di Poste italiane). Acquistate con carte prepagate non lasciando mai grosse disponibilità residue: per il resto, se potete, usate la carta di credito.

Saremmo felici di avere la tua opinione

Lascia un tuo commento